Il MUUTT è una carnicería barceloneta: una “macelleria-bistro”, in cui puoi sia acquistare della carne che mangiarla. La sua particolarità è che offre tagli sudamericani: il suo gestore, Ariel, è uruguayano, vive da tanti anni nel capoluogo catalano e da tempo accarezzava l’idea di aprire un luogo che esprimesse davvero le tradizioni della sua terra e della vicina Argentina. Ma quando entrate in questo luogo che porta subito dall’altra parte del mondo, se siete italiani, vi sentirete anche voi un po’ a casa, perché c’è anche il tocco di Laura, la sua compagna, che ha contribuito ad arricchire la proposta del MUUTT con prodotti e marchi del Made in Italy, dalla pasta, all’olio d’oliva, dalle confetture ai taralli.

Cosa abbiamo fatto insieme

Ariel e Laura si sono rivolti a me per un servizio di fotografia di branding: le foto, in questo caso, avevano l’obiettivo di raccontare l’identità del locale, mettendo a fuoco i suoi punti di forza. Quando abbiamo fatto la prima chiamata gli elementi sul tavolo erano tanto: c’era Barcellona, la sua anima mista che univa Sudamerica e Europa, i colori forti che rappresentano la sua identità calda e accogliente, i dettagli che lo rendono non solo luogo di acquisto di un prodotto di qualità ma anche spazio di consumo e convivialità di sapori decisi e carni pregiate.

A chi servono davvero le foto

Quando mi commissionano un servizio fotografico di branding, il primo passo per me è non solo chiarire l’obietto di quelle foto ma soprattutto i loro destinatari. Il MUUTT infatti è un business locale, che lavora con una clientela affezionata e fedele e ha bisogno di raccontarsi soprattutto nel circondario prima ancora che online. Le foto di un servizio di branding, infatti, non devono piacere a noi (o non solo) ma soprattutto ai nostri potenziali clienti: è alla loro estetica che ci indirizziamo nel crearle, sono loro che devono capire attraverso le immagini ciò che abbiamo da dire.

Qua sotto, nella gallery, trovate alcuni degli scatti selezionati di questo progetto, mentre se invece volete dare un’occhiata al MUUTT, qua trovate la loro pagina Facebook e Instagram. E chissà che alla vostra prossima visita a Barcellona non vi venga voglia di provare le loro specialità.

Ariel promette di accogliervi con una faccia meno seria di questa: