Oggi vorrei parlare della comunicazione visiva di chi ha un proprio sito web e ha bisogno di farsi conoscere e di vendere i suoi prodotti o servizi online. Nello specifico vorrei approfondire il tema della hero shot o hero image che non è altro che l’immagine, il video o il corredo di immagini di presentazione di un sito. In poche parole è il contenuto visivo che costituisce la slide di benvenuto. La hero shot solitamente descrive chi sei, di cosa ti occupi e quale è il tuo stile, ma può essere utilizzate anche per comunicare novità, promozioni o il lancio di nuove collezioni. Io la considero un po’ come l’abito che indossi, quello che permette a chi ti vede per la prima volta di formarsi una primissima impressione di te.

A cosa servono le hero shot

Il ruolo di questi elementi è quello di comunicare la tua value proposition, cioè quel valore aggiunto che tu con i tuoi prodotti o servizi offri all’acquirente. È la proposta di valore che mi fai quando arrivo da te e mi dici

“Ehi, sai che mi occupo di questo e che lo faccio in questo modo? Ti va di saperne di più sui miei prodotti o servizi?”.

Le hero shot si compongono di solito di una parte puramente visiva (una fotografia, un’immagine grafica o un video), di una headline (una breve descrizione testuale) e di una call to action, un invito a compiere un’azione specifica. Tutti questi elementi lavorano insieme per comunicare in maniera forte e incisiva la tua identità di brand e sono fondamentali per costruire una connessione con i tuoi potenziali clienti.

Perché è importante avere una hero shot efficace

Nei siti moderni la hero shot è molto utilizzata perché si allinea ai trend della comunicazione web. Nel corso degli anni infatti, si è verificato un aumento di contenuti visivi rispetto a quelli testuali perché il cervello umano risponde molto meglio agli stimoli visivi. Per questo lavorare a una buona brand identity, che sia coerente e che ti rappresenti, è sempre più importante per distinguerti e lasciare un segno che ti faccia ricordare.

Come deve essere una buona hero shot

Se hai un sito probabilmente a questo punto ti starai chiedendo come puoi crearti una hero shot che funzioni o a come migliorare quella che hai. Quali sono dunque le caratteristiche che deve avere per dare il messaggio giusto? Si può partire da poche, semplici domande:

  • La foto che ho scelto dà un’immagine reale di me, di quello che faccio e di come lo faccio?
  • È chiara e facile da capire?
  • Comunica le emozioni giuste, quelle che si allineano ai valori che voglio esprimere al mio target?

Cosa puoi fotografare come hero shot del tuo sito web

Ora la domanda più spinosa è sicuramente questa: cosa posso fotografare? Ci sono almeno quattro tipologie di foto attraverso cui puoi costruire il tuo messaggio visivo.

Le foto dei tuoi prodotti. Se vendi dei prodotti specifici, se hai delle collezioni, puoi inserire delle foto di quello che vendi. In questo modo (se la foto è ben riuscita) mi incuriosisci, mi stimoli a scoprirne di più, mi crei un desiderio, una curiosità. Un esempio è quello della Bialetti, che ci mostra una collezione coordinata con un set di tazzine + moka.Esempio hero shot con prodotti

Una foto di te o degli oggetti che ti rappresentano. Sentirai dire sempre più spesso che devi metterci la faccia e il motivo è molto semplice: se lavori come libero professionista e vendi servizi è molto probabile che sia proprio la tua personalità, il modo in cui TU svolgi il tuo lavoro, ad essere ciò che già, di per sé, ti distingue da tutti i concorrenti. Questo è il motivo per cui una bella foto di te come professionista, potrebbe essere un’ottima prima presentazione per chi arriva nel tuo sito. Io, ad esempio, ho scelto di mettere un primo piano di me con la macchina fotografica in mano. L’ho trovato un modo semplice e chiaro per dire immediatamente chi sono e cosa faccio.La mia immagine di presentazioneUna valida alternativa è usare il simbolismo di oggetti che parlano comunque di te e del tuo modo di lavorare. Risultano utili nel caso si vendano servizi e si necessiti di mostrare in maniera creativa la propria offerta. Qua sotto puoi vedere uno still life che rappresenta la mia identità: il pennino perché scrivo storie con la luce, poi gli obbiettivi perché sono gli attrezzi del mestiere da fotografo.Stille life descrittivo del mio lavoro

Foto di un contesto. Questo tipo di foto ti risultano utili soprattutto nel caso tu venda servizi, che sono più difficili da rappresentare rispetto ai prodotti. In questo caso una buona idea potrebbe essere fotografare un contesto che rimanda a come ci si sente durante o dopo aver usufruito del tuo servizio. Nel caso della palestra McFit, ad esempio, hanno scelto l’immagine di un loro cliente, dal fisico tonico e intento a sfruttare con soddisfazione i benefici a cui accesso grazie all’abbonamento in palestra.

Hero shot di servizi

Foto evocative. Sono le immagini più difficili da ideare perché il rischio di non fare arrivare il messaggio è alto. Questa tipologia di foto infatti, deve mandare un messaggio coerente con il brand evocandolo con immagini fuori dal contesto. È un po’ come usare una metafora. L’azienda Mercedes, ad esempio, non fa vedere il suo prodotto, ma mostra l’immagine di un paesaggio che evocare le sensazioni tipiche del viaggio: la libertà, la spensieratezza, il desiderio di scoperta e di avventura. Sono tutte emozioni che fanno presa con il target di chi acquista una macchina come la Mercedes.

Hero Shot evocativa

Concludo questo piccolo approfondimento di comunicazione visiva invitandoti a provare a fare diverse hero shot e verificare poi con gli analytics del tuo sito quale immagine è più efficace per i tuoi utenti. Ti raccomando in ogni caso di scegliere sempre delle foto di alta qualità. Le foto stock vanno bene purché siano coerenti tra loro e sembrino scattate dallo stesso fotografo. In caso contrario, rivolgersi a un professionista e investire nella propria immagine, creando qualcosa che sia tuo, unico e creativo è sempre una buona idea.