Portogallo – Memorie di viaggio

Quello in Portogallo è stato un viaggio liberatorio. Si è svolto a inizio estate 2015 e ha richiamato alla mente suoni e odori del tempo dell’infanzia, dei ricordi. Colori tenui e poi il blu, d’improvviso, del cielo terso e degli azulejos, che componevano muri, vasi e cattedrali intere. Poi di nuovo la coltre misteriosa della nebbia di fronte alla vastità atemporale dell’Oceano e di nuovo le sfumature sgargianti di fiori e piatti tipici a base di crostacei e molluschi.

Ho percorso la nazione da Porto fino a Ilha Deserta, un’isoletta magica di fronte a Faro, dove ho incontrato pensatori solitari e gente del posto, intenta a scavare nella sabbia per raccogliere chili di vongole da vendere al mercato.

Del Portogallo potrei parlare per ore; lo sforzo della sintesi, degli attimi e dei ricordi più significativi raccolti è tutto in queste immagini.